Dyson Vs folletto: Qual’è il migliore?

Da sempre Folletto rappresenta un punto di riferimento per l’aspirazione domestica, grazie alla sua indubbia qualità. Quando si pensava ad un aspirapolvere d’eccellenza, il pensiero non poteva che ricadere su questo grande brand.

Negli ultimi anni però, un altro marchio si è inserito con grande successo nel mercato. Stiamo parlando di Dyson, azienda inglese che tra l’altro progetta e produce anche altre tipologie di elettrodomestici, come ventilatori, purificatori d’aria, asciugacapelli, e molto altro ancora. Anche in questo caso, il brand si è ben posizionato tra i consumatori per la qualità dei suoi prodotti e nello specifico delle aspirapolvere.

Ma tra Dyson e Folletto, qual é il migliore? Scopriamolo insieme.

Quale scegliere tra Dyson e Folletto

Abbiamo detto che entrambi i marchi oggettivamente sono un punto di riferimento per il mercato degli aspirapolvere e per la pulizia e la cura della casa in generale. Entrambi i brand nel corso degli anni sono stati in grado di catalizzare l’attenzione di quei consumatori alla ricerca di un prodotto top di gamma che faccia della qualità, dell’efficienza e di una facile manutenzione, i suoi cavalli di battaglia.

Entrambe le aziende sono particolarmente attente all’innovazione tecnologica, così da poter assecondare sempre meglio quelle che sono le necessità di un pubblico sempre più eterogeneo ed esigente.

In comune i loro prodotti hanno molti aspetti, dalla buona silenziosità all’affidabilità, oltre chiaramente all’ottima potenza. Ma sono presente anche delle notevoli differenze, che possono far ricadere la scelta su un prodotto piuttosto che un altro. Una delle principali, anche se recentemente colmata da parte di Folletto con il modello VB100, era l’alimentazione.

I modelli Dyson infatti funzionano con una batteria ad alta capacità, che permette lunghe sessioni di pulizia. Le scope elettriche Folletto invece, oltre al modello citato, prevedono il funzionamento con il tradizionale cavo di corrente. Anche in termini di assistenza al cliente nessuna delle due aziende ha da invidiare qualcosa all’altra. Folletto è sicuramente più anziana e conosciuta, soprattutto in Italia, ma Dyson sta acquistando popolarità anche per questo aspetto, con centri dislocati su tutto il territorio nazionale.

Dyson: tecnologia ciclonica brevettata

L’azienda Dyson nasce sul finire degli anni ’70, quando il fondatore James Dyson decide di lavorare ad un’aspirapolvere rivoluzionaria, deluso com’era dai prodotti presenti sul mercato fino a quel momento.

Il primo modello commercializzato, che non prevedeva il sacchetto in favore di un contenitore riutilizzabile con il compito di raccogliere lo sporco, ha visto la luce dopo ben 5127 prototipi. Il resto è oramai storia, dal momento che la tecnologia ciclonica brevettata ad oggi è sulla bocca di tutti per alcune ovvie ragioni di praticità.

L’assenza del sacchetto tra l’altro, abbatte notevolmente i costi di manutenzione. Vogliamo ricordare infatti, che l’abitudine che molte persone hanno di svuotare il sacco una volta pieno, è totalmente sbagliata perché annulla molti dei benefici che invece un’apirapolvere efficiente offre.

Questo significa che periodicamente dovrai provvedere all’acquisto di tali ricambi, sostenendo una spesa costante nel tempo. Senza considerare l’aspetto della reperibilità, che in alcune circostanze può diventare una vera e propria scocciatura.

Vantaggi e svantaggi Dyson

Tra i principali vantaggi del marchio Dyson, possiamo sicuramente trovare una potenza di aspirazione in grado di rimanere inalterata anche con il trascorrere del tempo. La qualità dei suoi motori infatti, è fuori discussione.

Parliamo di prodotti top di gamma, capaci di funzionare per anni senza causare problemi. A confermare questa affermazione, troviamo la vasta gamma di brevetti che l’azienda ha depositato per le sue invenzioni, e le tante aziende nel mondo che più o meno indirettamente cercano di copiarle.

In cima alla lista dei pregi come detto, troviamo anche l’abbattimento della manutenzione e dei costi ad essa collegati. Una volta riempito il contenitore, sarà sufficiente svuotarlo facendo attenzione a non far fuoriuscire la sporcizia, e il gioco sarà fatto.

Volendo trovare un piccolo difetto in questo sistema, potremmo riportare la scarsa capienza di alcuni di questi contenitori, che obbligano ad un loro svuotamento piuttosto frequente.

La modalità di vendita del tutto tradizionale del marchio Dyson, si contraddistingue da Folletto. Dyson è commercializzata sia offline nei negozi tradizionali e nella grande distribuzione organizzata, che online, sugli e-commerce e sui market place più famosi come Amazon.

Da sottolineare anche come l’assortimento dei modelli Dyson sia in grado accontentare le esigenze di più tipologie di consumatori. Infine, ma non da ultimo, dobbiamo anche menzionare la tecnologia anti ribaltamento, che consente delle “performance” di pulizia ancora più efficienti.

Di contro a tutti i pregi offerti da questo rivoluzionario brand, troviamo il suo prezzo di commercializzazione. Dyson si posizione in un segmento molto alto del mercato, con prezzi che in alcuni casi sono più alti rispetto ad altri competitors, seppur come detto siano giustificati dall’alta qualità dei prodotti. Di contro però, tali prezzi sono del tutto allineati a quelli praticati da Folletto.

La rete vendita Folletto

Sicuramente ricorderai come inizialmente molta della popolarità Folletto fosse associata alla tecnica di vendita che prevedeva una dimostrazione sul campo da parte di un consulente porta a porta. Con il tempo questa strategia è stata parzialmente accantonata (seppur la figura del venditore sia sempre attiva), in favore dei noti Folletto Point. Parliamo di negozi dove è possibile ricevere qualsiasi tipo di assistenza sugli elettrodomestici Vorwerk.

Dal pezzo mancante al semplice consiglio sul modello che meglio risponde alle tue necessità, in questi Folletto Point troverai sempre personale qualificato in grado di rispondere alle tue domande. Sotto l’aspetto dell’efficacia, come detto nessuno dei due brand ha da invidiare qualcosa all’altro.

Ad esempio il “Filtrello Premium FP 200” di Folletto, trattiene il 99,9% di quelle che sono le polveri fini, garantendo dunque un risultato davvero eccellente. Ovviamente in questo caso, dovrai sempre dipendere dal vincolo dei sacchetti, comunque reperibili proprio nei Folletto Point.

Folletto: vantaggi e svantaggi

La tradizione Folletto ha portato alla creazione di scope elettriche funzionali, efficienti, ergonomiche e pratiche. E questo è indiscutibile. Anche sotto l’aspetto del filtro impiegato, il “Filtrello Premium FP 200”, nessuno potrà mai obiettare sulla sue efficacia.

Uno dei maggiori punti forti Folletto però, è riscontrabile nella gamma davvero ampia di accessori, che consentono all’utente di utilizzare l’aspirapolvere in moltissime condizioni per altrettanti scopi. Esattamente come riportato per Dyson, anche Vorwerk Folletto commercializza prodotti che resistono e durano nel tempo.

Chiaramente anche sotto l’aspetto dell’aspirazione, quindi delle prestazioni, non possiamo che parlare bene di Folletto, e la lunga tradizione alle spalle dell’azienda, non fa che confermare il tutto.

Di contro però, per Folletto troviamo una gamma di modelli decisamente più limitata rispetto a Dyson, quindi non sempre risulta facile trovare quello idoneo alle proprie esigenze, se non ricorrendo ai tanti accessori. Probabilmente anche la tecnologia di aspirazione andrebbe riprogettata, perché rispetto ad altri competitors, Dyson compresa, comincia ad accusare il peso degli anni.

Esattamente come Dyson, anche Folletto si posiziona in un segmento di prezzo piuttosto alto, con l’aggravante dei costi di manutenzione dovuti alla sostituzione dei sacchetti. Infine, ma non da ultimo, la distribuzione Folletto è decisamente più inusuale perché limitata ai Folletto Point ed alle dimostrazioni casalinghe o in alcune fiere.

Dyson vs Folletto: quale scegliere?

A questo punto è possibile tirare delle conclusioni, per comprendere quale delle due aziende rappresenti la scelta migliore, se Dyson o Folletto. Siamo di fronte a due ottimi marchi, quindi non esiste una regola universale per determinare l’acquisto migliore.

I brand infatti, hanno degli elementi comuni, come l’innegabile qualità dei materiali utilizzati, l’impegno costante di un team di sviluppatori sempre alla ricerca di nuove soluzioni innovative, e l’assistenza offerta al cliente.

In parole povere, sia Dyson che Folletto rappresentano il punto di riferimento del mercato a livello mondiale. Anche sotto l’aspetto del prezzo, come detto entrambi i marchi si posizionano nello stesso segmento, con differenze di costi davvero minime.

Probabilmente volendo trovare delle differenze, potremmo sottolineare come da una parte Folletto nel nostro Paese abbia una certa tradizione che la rendono una sicurezza per la clientela.

Dall’altra parte invece, Dyson è più attenta all’innovazione e allo sviluppo di nuove soluzioni sempre all’avanguardia. Forse anche sotto il profilo del design Dyson si differenzia meglio, e sta facendo scuola tra i competitors.

Ma quest’ultimo rappresenta un criterio di scelta soggettivo. In ultima battuta, forse anche sotto l’aspetto della versatilità Dyson si dimostra leggermente superiore, grazie alla comodità offerta dal funzionamento a batteria, che come detto per Folletto è previsto solamente per il modello VB100.