Come installare ubuntu su hard disk esterno

Ubuntu è il sistema operativo di Linux che permette effettivamente di svolgere delle operazioni che sul programma di Windows non possono essere svolte e viceversa. Per fare in modo che si possa operare facilmente con entrambi i sistemi operativi basterà solo ed esclusivamente prestare la massima attenzione a tutte le diverse operazioni che devono essere svolte, affinché sia possibile procedere in maniera ottimale con questo genere di operazione ed evitare che possano essere commessi degli errori.

Ecco la procedura per svolgere correttamente l’installazione di Ubuntu sul disco esterno.

Bestseller No. 1

Formattare e scaricare Ubuntu

Per prima cosa, qualora si voglia svolgere questa operazione, occorre necessariamente sottoporre il disco esterno sul quale si vuole installare Ubuntu privo di ogni dato.

In questo modo, infatti, sarà possibile svolgere l’installazione in maniera ottimale senza che possano nascere complicazioni di ogni tipologia che potrebbero rallentare la procedura stessa.

Per fare in modo che il disco sia libero occorre semplicemente formattarlo: questo deve dunque essere collegato al computer e successivamente, dopo averlo selezionato, avviare la procedura di formattazione, che richiede diverso tempo a seconda dei dati presenti nello stesso disco, informazione importante che non deve essere dimenticata.

Una volta che questa prima procedura viene svolta in modo perfetto, basterà procedere con il download di Ubuntu: in questo caso occorre puntare sulla versione del sistema operativo che meglio rispecchia tutte le proprie esigenze, offrendo quindi a se stessi la possibilità di essere completamente operativi e prevenire una serie di complicazioni che potrebbero essere abbastanza complesse da portare a termine.

Una volta che Ubuntu viene scaricato questo deve essere trasferito sul disco esterno, in maniera tale che l’installazione possa essere svolta in modo ottimale senza nemmeno un piccolo errore di imprecisione.

Come installare Ubuntu

OffertaBestseller No. 1
SanDisk Extreme SSD Portatile 500GB,...
SanDisk - Personal computer

Per prima cosa occorre collegare l’hard disk esterno sul computer e successivamente avviare Ubuntu: la procedura potrebbe richiedere diverso tempo dato che il disco viene completamente letto da parte del programma e dal nuovo sistema operativo che si intende installare.

Questo per capire quanto spazio avrà a disposizione Ubuntu e fare in modo che la procedura di installazione possa essere svolta in modo ottimale.

Avviata la schermata di installazione occorre procedere con la conferma delle prime tre opzioni, le quali sono standard e non necessitano eccessivamente di cure: si tratta di elementi basilari e standard che devono essere presenti all’interno del disco affinché sia possibile farlo funzionare in maniera corretta.

Alla quarta schermata di installazione, però, occorre scegliere la voce delle partizioni manuali: in questo modo sarà possibile suddividere il disco in diverse aree e fare in modo che ognuna di esse possa venire caratterizzata da dati specifici, sia di sistema che non.

Per evitare che il disco possa essere sottoposto a uno stress eccessivo è bene effettuare la partizione singola, ovvero una sola, con formato Ext2, che riesce a essere quello maggiormente indicato e in grado di rispondere, in maniera ottimale, a tutte le proprie esigenze.

Successivamente, dopo aver atteso la suddivisione del disco col sistema operativo Ubuntu, sarà necessario procedere con la prossima fase, ovvero quella relativa alla fase avanzata di installazione.
Nella schermata che appare, ovvero l’ottava, sarà necessario selezionare appunto la voce avanzata e ricordarsi di spuntare l’opzione Installazione Boot Loader, che consente a Ubuntu di essere avviato in maniera semplice e immediata, senza alcun tipo di complicazione.

Una volta che anche questa fase viene portata a termine sarà possibile avere installato il sistema operativo in modo corretto.

Ovviamente occorre ricordarsi che il disco esterno deve essere capiente almeno otto giga, in quanto questa è la dimensione occupata da Ubuntu.