Come collegare le casse al pc

Come collegare le casse al pc è una domanda che molte persone spesso si pongono. Per questa ragione, è bene che tu ti documenti a sufficienza tramite i metodi attualmente contemplati dal mondo IT.  Il semplice fatto di ascoltare ciò che guardi sul pc passa attraverso dei meccanismi semplicissimi, ma se non hai un’adeguata conoscenza in materia rischi di fare un casotto.

Ricordati che il procedimento è sì abbastanza immediato e di semplice attuazione, ma non devi assolutamente considerare tutto ciò come una cosa già fatta bene in partenza, onde evitare malfunzionamenti vari dei dispositivi audio che desideri collegare al pc (in questo caso le casse che hai appena acquistato.)

Molti non sanno che per creare un collegamento diretto non esiste una sola strada da percorrere, anzi. Alla luce dei numerosi progressi compiuti dalla stragrande maggioranza delle aziende leader nel settore della produzione e della distribuzione di accessori hi-tech di ultima generazione, si può dire che il discorso è divenuto molto più ampio rispetto al passato.

Così, far funzionare delle normalissime casse nella maniera adeguata può richiedere l’attuazione di varie procedure, dipendenti direttamente dal tipo di attrezzatura che si utilizza per rendere possibile l’ascolto di contenuti multimediali presenti nella memoria del pc o reperiti più semplicemente nel grande contenitore che è il web.

Vediamo come collegare le casse al pc nella maniera corretta.

Il collegamento tramite cavo

jack da 3,5 millimetriSebbene sia considerata come la strada più ovvia e convenzionale da seguire per collegare le casse al computer, tale alternativa richiede comunque un buon senso pratico per essere considerata valida alla luce delle ultime novità di mercato che si presentano quotidianamente e con una certa rilevanza tecnologica.

Ebbene, il collegamento tramite cavo riguarda l’utilizzo di uno specifico jack da 3,5 millimetri; per intenderci, un tipo di attrezzatura hardware in dotazione alla stragrande maggioranza di smartphone, tablet e lettori mp3/mp4 di ultima generazione. Tale procedura va eseguita con la massima cura ed attenzione.

Il jack da 3,5 millimetri può essere anche acquistato a parte. Ciò che conta è verificare se sul retro del pc sia presente un attacco di colore verde: è li che devi concretamente inserire il cavo, se vuoi che l’audio del tuo personal computer cominci a fare il suo dovere.

Fai attenzione, quando inserisci lo jack, a non confonderti con eventuali attacchi o fessure presenti dietro il case del pc, specie se si tratta di un computer assemblato e quindi non originale di fabbrica. Soltanto in questo modo potrai essere sicuro di aver compiuto un lavoro corretto e senza sbavature.

Le casse multicanale

casse multicanaleL’utilizzo delle cosiddette casse multicanale, che danno l’opportunità di sfruttare il pieno potenziale di attrezzature audio di ultima generazione è direttamente proporzionale alla qualità hardware di un determinato computer. Se possiedi un pc assemblato, fatto apposta per poter usufruire delle eccellenti qualità di suono, è probabile che il collegamento alle casse multicanale sia la strada congeniale da seguire.

In generale, casse di questo tipo sono dotate di una serie di attacchi, questa volta differenti dalle normali periferiche audio che sei abituato a vedere in commercio, nei negozi di informatica. Gli attacchi sono quattro, tutti rigorosamente predisposti dietro al case del pc e dotati di una colorazione differente gli uni dagli altri.

All’interno della presa gialla devi inserire l’attacco per la casse centrale. Quella frontale (corrispondente alla cassa sinistra e alla cassa destra) vanno invece messe nella presa verde. Il colore bianco e il colore nero corrispondono, rispettivamente, al satellite inferiore e quello superiore del kit audio che hai deciso di collegare all’elaboratore dati.

Il collegamento delle casse USB

L’Universal Serial Bus continua ad essere una delle periferiche hardware maggiormente apprezzata, anche per quanto riguarda i computer di ultima generazione. Quelli equipaggiati con gli operating system aggiornati, possono contemplare tale opportunità direttamente sfruttando il potenziale offerto dalla fonte di energia elettrica proveniente dal pc.

Il procedimento da attuare resta analogo a quello relativo al collegamento tramite jack. A differire è l’attacco del cavo che collega la periferica audio al computer. Nel caso di un USB, l’estremità di quest’ultimo deve essere perfettamente inserita all’interno dell’attacco predisposto. Prima di collegare il tutto, accertati delle predisposizioni per evitare brutte sorprese.

Quando scegli questo tipo di alternativa, ricordati di configurare perfettamente il computer, in modo che questi possa restituirti il massimo delle prestazioni ed interagire concretamente con la periferica audio che avrai collegato al case. Sia Windows che IOS possono essere configurati in maniera semplice e quasi immediata.

Il sistema operativo Windows

Sui computer equipaggiati con un sistema operativo targato Windows, ti basterà fare un click sulla barra delle applicazioni, in corrispondenza dell’icona audio che appare solitamente in basso a destra del display. Selezionando la voce relativa al’audio USB, potrai essere sicuro di utilizzare una periferica capace di funzionare al meglio e di superare le tue aspettative.

Mac e IOS

Gli operating system della Apple conoscono un metodo abbastanza diverso nel collegare le casse al pc. Questo tipo di operazione va eseguita con il massimo dell’attenzione, soprattutto se sei alle prime armi con l’utilizzo dei Mac IOS di ultima generazione. Anche in questo caso, c’è una procedura da seguire per ultimare le fasi di configurazione della periferica audio.

Se utilizzi un Mac, quindi, devi semplicemente cliccare sull’icona audio che appare in alto a destra sulla maschera principale del pc, quindi sulla freccetta che indica la direzione verso l’alto e selezionare la voce relativa alle casse USB. Qualora non partisse l’audio, recati nelle preferenze di sistema e seleziona la dicitura “suono”: il gioco sarà presto fatto.

Collegare le casse al pc tramite bluetooth

bluetoothI nuovi sistemi di collegamento tra casse e personal computer di ultima generazione passano, infine, attraverso la tecnologia bluetooth capace di far funzionare bene un dispositivo audio, direttamente sfruttando le dinamiche di un meccanismo classico, ma mai del tutto passato di moda. Come sempre, Windows e IOS prevedono configurazioni diverse tra loro.

Sui dispositivi Windows, tutto dipende dalla versione del sistema operativo in dotazione al pc che ti preme collegare alle casse. Così, Windows 7, Windows 8 e Windows 10 (aggiornamenti e pacchetti framework compresi) contemplano un metodo di collegamento differenziato, comunque in grado di rendere perfettamente l’idea di un dispositivo audio che funziona bene.

Nella maggior parte dei casi, i computer moderni dispongono di un modulo bluetooth integrato, così da offrirti la possibilità di configurare la periferica audio senza particolari sforzi. Recandoti sull’icona corrispondente, potrai accedere immediatamente alla procedura di decodifica di altri dispositivi bluetooth nelle vicinanze.

Per collegare le casse, devi tenere premuto il pulsante di accensione delle medesime e, successivamente, recarti sul pannello di controllo del sistema windows e selezionare la voce “Bluetooth”. Di lì a poco, vedrai apparire l’icona delle casse: basta cliccarci su per attivarle in maniera immediata. La procedura può variare in base alla versione dell’operating system. Segui le indicazioni guidate: nulla di trascendentale.

Per eseguire l’abbinamento delle casse al computer di matrice Apple, una volta attivato il bluetooth integrato in entrambi i dispositivi, i passaggi da seguire sono: preferenze di sistema, bluetooth, attiva bluetooth. Tra le periferiche disponibili al collegamento, figureranno sicuramente le casse, ora in grado di funzionare automaticamente.

Assicurati infine, per un corretto funzionamento dei dispositivi audio appena collegati al Mac che la funzione “suono” sia abilitata. Recati su “Preferenze di sistema”, quindi su “Suono” e successivamente su “Mostra volume nella barra dei menu.” In questo modo, potrai usufruire di un audio potente e cristallino, garantito dalla qualità delle casse e del pc adeguatamente configurato.