Come attivare wifi su un notebook

Attivare il Wi-Fi sul proprio notebook è una sorta di apertura al mondo: oggi senza una rete internet a disposizione, con il computer è possibile fare ben poco. Ecco quindi la necessità di attivare adeguatamente il modulo wireless integrato nel notebook. Ma come si può fare? Ecco di seguito tutto quello che c’è da sapere.

Come attivare il Wi-Fi su un notebook

Si tratta di un fatto apparentemente molto semplice, ma non sempre così scontato: attivare il Wi-Fi sul proprio portatile. Il meccanismo d’azione varia non solo tra computer fissi e notebook, ma anche da modello a modello, a causa di una serie di fattori tra cui posizione dei tasti e combinazioni specifiche. Ecco, quindi, le regole generali per attivare il Wi-Fi sul proprio computer.

Quando si parla di notebook, solitamente sulla tastiera sono presenti moltissimi tasti, tra cui alcuni funzionali, i quali permettono di accedere a dei comandi in maniera estremamente rapida, un po’ come delle scorciatoie. Solitamente, se tra questi tasti è presente quello relativo al Wi-Fi, basta premerlo per accenderlo o spegnerlo.

In altri casi (soprattutto nei modelli più vecchi di notebook), il pulsante può essere sostituita da una levetta ON/OFF, presente su un lato del case. Al contrario, i notebook più recenti – che puntano alla compattezza e alla riduzione delle dimensioni – integrano la funzione di attivazione e disattivazione del Wi-Fi in un altro pulsante, solitamente un bottone della serie “F”.

In questo caso come si può procedere? Generalmente, per accedere alla funzione “secondaria” del bottone è necessario cliccare preventivamente un altro tasto (nel caso di alcuni notebook HP, ad esempio, si tratta del pulsante “Fn”).

Non è detto, però, che pigiando il giusto tasto o tirando la leva adeguata il Wi-Fi si attivi o disattivi.

Questa eventualità può essere causata da diversi fattori. In primis, è probabile che nel proprio sistema operativo non siano installati i driver che attribuiscono la funzione al bottone. In questi casi, dunque, è necessario recarsi sul sito del produttore del notebook, selezionare il modello e visualizzare i driver disponibili (in base alla compatibilità con il sistema operativo).

Per poter osservare dei cambiamenti, però, è necessario riavviare il portatile.

Tuttavia, nel caso in cui non fosse possibile utilizzare il bottone (a seguito, ad esempio, di un danneggiamento o a causa dell’assenza dei driver specifici), ci sono comunque altri mezzi che permettono di attivare il modulo wireless. La procedura può cambiare a seconda del sistema operativo, ma è molto simile in entrambi i casi.

Su Windows 10, ad esempio, nella barra delle applicazioni è presente con tutta probabilità l’icona del Wi-Fi sbarrata. Cliccando su di essa, quindi, sarà possibile verificare se è attiva la modalità aereo, ed eventualmente disattivarla. Se neanche questo sistema dovesse risolvere il problema, potrebbe darsi che tra le impostazioni della scheda di rete vi sia un limite imposto a una precisa connessione (eventualmente proprio quella alla quale ci si vuole collegare).

Per verificare se è così, da tutte le versioni di Windows bisogna accedere al Pannello di controllo. Si deve quindi selezionare la voce “Rete e internet” e quindi accedere al centro connessioni di rete e condivisione; solo a questo punto, dunque, bisognerà cliccare sul pulsante “modifica impostazioni scheda”. Nella schermata che si aprirà, sarà possibile vedere diverse voci, tra cui quella del Wi-Fi.

Se il Wi-Fi risulta disabilitato, l’icona corrispondente verrà mostrata in scala di grigi. A questo punto, dunque, basta cliccare con il tasto destro del mouse sulla voce e selezionare “Abilita”. A questo punto, se il modulo Wi-Fi non è danneggiato inizierà a ricercare le reti e, se disponibile, si connetterà a quella conosciuta.

Riassumendo, dunque, per attivare il Wi-Fi sul proprio notebook è necessario verificare che i driver siano correttamente installati e abilitare le connessioni di rete. Se nessuna delle due soluzioni dovesse funzionare, è consigliabile rivolgersi a un tecnico specializzato poiché probabilmente la scheda di rete è danneggiata e richiede un intervento mirato.